SEO : che cos’è l’ottimizzazione? a che cosa serve ? come funziona ?

Oggigiorno, con l’onnipresenza di Internet nella noste vite, l’ottimizzazione per i motori di ricerca è un concetto chiave. Per chi ha un sito, in particolare un sito e-commerce, l’ottimizazzione seo è fondamentale. Infatti, con il concetto « ottimizzazione seo » si rinvia a diverse attività volte a migliorare la visibilità di un sito su Google. Più un sito è visibile, più il posizionamento sulle pagine dei motori di ricerca migliora, più aumentano le visite sul sito, più incrementano le vendite. Da lì si capisce quanto possa essere importante l’ottimizzazione SEO per chi ha un sito Internet.

Ma capire che cos’è l’ottimizzazione SEO può  essere anche utile per gli utenti del web. Infatti, permette di capire come funzionano i motori di ricerca. E se uno sa utilizzare bene Google e gli altri motori di ricerca, quando fa delle ricerche su Internet, ha risultati più precisi. Per tutti questi motivi, ho deciso oggi di parlavi dell’ottimizzazione per i motori di ricerca, conosciuta anche come ottimizzazione SEO. Che tu sia un utente del web, o che tu abbia un sito, quest’articolo ti può interessare.

google

Google è il motore di ricerca più importante al mondo

Che cos’è l’ottimizzazione seo ?

L’ottimizzazione SEO (search engine optimization) si appoggia sui motori di ricerca quali Yahoo!, Bing, ma soprattutto Google. L’obbiettivo dell’ottimizzazione SEO è migliorare il posizionamento dei siti Internet grazie ad operazioni interni ed esterni al sito. In prattica, quando uno scrive una o più parole da cercare su Google, l’ordine dei siti che escono fuori determina l’ottimizzazione dei siti. Lo scopo, è ovvio, è essere in prima pagina, al primo posto.

Ma per aver un posizionamento del genere,  bisogna capire come funziona il motore di ricerca Google, il motore di ricerca di gran lunga più utilizzato al mondo. Google valuta la qualità dei siti tenendo conto dei contenuti sui siti, e dei link che puntano verso i siti. Più il contenuto è sviluppato e più ci sono link esterni che rinviano al sito, più il sito ha un visibilità migliore.

Google utilizza anche altri criteri per classificare i siti, ma li tiene segreti. Inoltre, questi criteri vengono continuamente modificati grazie ad algoritimi che Google ha creato per restituire agli utenti risultati di ricerca sempre più rilevanti. Per questo motivo, l’ottimizzazione è un’attività complessa che non tutti possono fare. E sempre meglio rivolgersi ad aziende specializzate nell’ottimizzazione SEO, ossia ad un search engine optimizer, per migliorare il posizionamento su Google.

Come funziona l’ottimizzazione seo ?

Le attività di ottimizzazione sono di due tipi :

  • On page (o on site) cioè le attività svolte sul sito stesso
  • Off page, cioè le attività svolte al di fuori del sito.

L’attività On site è volta a rendere il sito facilmente accessibile dai motori di ricerca. Tra le attività di ottimizzazione On page, vi sono le operazioni svolte sul codice HTML (per esempio ogni pagina deve avere un titolo unico che contiene la parola chiave della pagina), l’inserimento di immagini uniche e ottimizzate, la redazione di contenuti unici (ossia non duplicati) , ricchi, e pertinenti cioè contenenti vocaboli chiave, e l’introduzione di link interni.

computer

L’attività di linkbuilding dipende in gran parte dalle keyword digitate sui motori di ricerca dagli internauti.

Per quanto riguarda le attività Off page, l’attività principale è la costruzione di una strategia di linkbuilding ossia la creazione di link esterni che puntano verso il sito. E semplice da capire : più ci sono link che puntano verso un sito, più la strada per trovare il sito è agevolata. Per determinare una vera e propria strategia, bisogna individuare parole che possono generare traffico. Queste parole sono chiamate keyword. Esistono strumenti sofftware appositi che permettono di individuare le parole chiave. L’individuazione delle keyword è una tappa fondamentale della campagna SEO. E sempre consigliato scegliere parole chiave non troppo generiche, perchè sono troppo generiche. Parole chiave specifiche permettono un posizionamento più agevole, ma le keyword non devono neppure essere troppo specifiche, perchè sono poco ricercate.

Qual’è la differenza tra ottimizzazione SEO e ottimizzazione SEA ?

Diversamente dalla SEA (search engine advertising), nella SEO non vi è un pagamento diretto ai motori di ricerca. Per questo si parla di anche di « ottimizzazione gratuita ». L’ottimizzazione SEA permette di creare annunci/link sponsorizzati in prima pagina di Google. L’ottimizzazione SEA, search engine advertising, è anche conosciuta come il Pay per Click. Ogni volta che uno clicca sul sito, il proprietario del sito paga una certa somma al motore di ricerca tramite la piattaforma AdWords. Il posizionamento in prima pagina con la SEA dipende da quanto è disposto a pagare il proprietario del sito. Chi offre di più sarà quello più in alto.

Buono da sapersi : l’ottimizzzazione per i motori di ricerca SEA, così  come l’ottimizzazione SEA, sono due parti e sè stanti della Search Engine Marketing (SEM).

A che cosa serve l’ottimizzazione seo?

Come avete capito, l’ottimizazzione seo è volta a migliorare il posizionamento, ma migliorando il posizionamento si aumentano anche il traffico e le possibilità di vendite. Se un sito non si trova sui motori di ricerca, si perdono tante opportunità di attirare traffico sul sito. Se invece gli internauti digitano termini vicini (o uguali) a quelli contenuti dai titoli del sito, le possiblità di vendita aumentano notevolmente.

seo

Aumentando la visibilità di un sito, aumenta anche il traffico.

Inoltre, dato l’onnipresenza di Internet nelle nostre vite, in particolare da quando sono apparsi gli smartphone, la presenza delle aziende su Internet è entrata a far parte della strategia di marketing di una gran parte di ditte. Il marketing sui motori è diventato necessario. Determina l’immagine delle aziende su Internet ed è sempre importante pensarci se non si vogliono perdere occasioni di avere nuovi clienti, in particolari clienti giovani.

Ma la concorrenza sui Internet è sempre più pesante, e certe attività sbagliate possono ridurre la visibilità di un sito. Per questo è sempre meglio rivolgersi ad un ottimizzatore per i motori di ricerca affinchè aiuti la società a controllare la propria immagine su Internet.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *